ORDINI TELEFONICI +39 377 2462129 - SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE SOPRA € 130,00 (SOLO ITALIA)

0 prod.€ 0,00

Amarone della Valpolicella 2011 - Dal Cero

Panoramica veloce

Rubino intenso. Naso che parla di torrefazione, menta, cacao amaro, spezie dolci (netto il chiodo di garofano), prugna essiccata, terriccio, ginepro schiacciato. In bocca è pieno, ma ha grande equilibrio e doma perfettamente l’esuberanza alcolica. Molto lungo.

Disponibilità: Disponibile

€ 34,80
OPPURE

Ulteriori informazioni

Voto Bibenda XXXXX
Voto Gambero Rosso XXX
Voto Veronelli sv
Altri Riconoscimenti sv
Denominazione Amarone della Valpolicella DOCG
Regione Veneto
Cantina Dal Cero - Valpolicella
Vitigno Corvina, Rondinella, Molinara
Gradazione 15,5% Vol
Azienda - Vinificazione Questa storia comincia nel 1934, in provincia di Verona, quando Augusto Dal Cero acquista nel comune di Roncà un terreno molto particolare, dominato da due vulcani spenti: Crocetta e Calvarina. Sa che lo aspetta un lavoro duro su quei terreni in salita, ma lui non è un tipo che si spaventa se c’è da faticare. Per avere quel terreno così fortemente voluto ha dovuto vendere un altro terreno nel Comune di Montecchia di Corsara. I due vulcani sono lì da più di 40 milioni di anni e il tempo li ha rimodellati, ma lassù ancora si calpesta una terra scura, quasi nera, fatta di lava e tufo. E’ la memoria geologica delle continue eruzioni e colate basaltiche finite nelle acque del mare che, al tempo, stava intorno ai due vulcani. Quando la lava incandescente finiva all’improvviso nell’acqua determinava la tessitura di tipo vetroso delle rocce che ancora formano quel terreno. Augusto non si intende di geologia, ma di uva si. Il suo istinto gli dice che se dissoda il terreno boscoso sulla sommità dei vulcani e ci pianta una vigna potrà beneficiare di una terra ricca di elementi. Lo scoppio della guerra, nel 1940, blocca i suoi progetti e lo costringe a partire soldato, lasciando la vigna e la famiglia. Torna dopo quasi cinque anni, quasi tutti spesi sulle aride sabbie dei deserti africani, distrutto, ma fortunatamente vivo e vegeto. C’è da ripartire da capo e rimettere in piedi la fattoria. Niente e nessuno può fermare un uomo che ha in testa un sogno: allarga le zone destinate a vigneto spingendosi fino alla sommità dei due vulcani. Si ferma solo quando è in cima, oltre ci sono solo le nuvole. TENUTA IN VALPOLICELLA: L’amore per la terra di origine è la spinta che ha determinato il progetto in Valpolicella, da parte della terza generazione della famiglia Dal Cero. Un territorio dalle caratteristiche uniche, sia geografiche che geologiche: una terrazza naturale con vista sulla città di Verona. Con l’avvio di questo progetto la famiglia Dal Cero ha rafforzato nella continuità i valori posti nel 1934 da nonno Augusto all’atto della fondazione: rispetto dei valori della terra, sostenibilità del territorio, valutazione in prima persona della qualità della terra e delle sue potenzialità. Per questo motivo Alberto, Davide, Nico e Francesca Dal Cero hanno posto la loro firma sulle etichette. Un modo per ribadire quanto sia importante questa sfida: essere protagonisti in una zona ad alta vocazione come Valpolicella con una voce caratterizzata ed importante nei valori di bevibilità e di sapidità. Siamo nella zona Est della valpolicella su di una terrazza naturale che guarda alla città di Verona. Un territorio dalle caratteristiche uniche dove si combinano in modo straordinario tre diverse tipologie di terreno, i bianchi calcarei, i neri opachi di origine vulcanica e un mix che coniuga i due colori. Corvina, corvinone, rondinella, molinara allevate secondo il metodo tradizionale di pergola veronese ed una piccola parte a guyot. La modernissima e attrezzata cantina è stata concepita per l’appassimento, la lavorazione e l’affinamento dei grandi vini rossi della valpolicella. ZONA DI PRODUZIONE: Loc. San Briccio, Lavagno, Verona, Veneto. I vigneti si trovano ad un'altitudine di circa 300 metri sul livello del mare.- RESA: 50 Q.li/Ha - SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Tradizionale pergola veronese e guyot - EPOCA DI VENDEMMIA: A seconda dell'annata, tra l'ultima decade di settembre e la prima di ottobre. Raccolta rigorosamente manuale - VINIFICAZIONE: Le uve, dopo la raccolta e un'accurata selezione, vengono lasciate riposare nel fruttaio per un periodo che varia da 3 a 4 mesi in cassette, curando la spaziatura tra grappolo e grappolo per favorire il corretto e migliore appassimento. Le uve appassite vengono poi pigiate e macerate sulle bucce per 15-20 giorni alla temperatura di 23-25°C.
Affinamento 4 anni circa in tonneaux e botti da 20 Hl di rovere francese a cui segue un leggero affinamento in bottiglia
Annata 2011
Invecchiamento Potenziale Oltre 20 anni
Formato 75 Cl
Temperatura di Servizio 18° - 19°C Si consiglia di decantare il vino almeno 2 ore prima del consumo
Calice Calice Nobile Calice Nobile
Consigli Da Regalare
Abbinamento Gastronomico Arrosti, brasati, selvaggina, cacciagione da piuma, agnello, formaggi stagionati, da meditazione
Abbinamento Gourmand Filetto di manzo in cocotte al sakè bianco, con funghi shitake e porcini
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni
x